COMUNICATO STAMPA del COMITATO CITTADINO PER LA TUTELA DELLA SALUTE E DEL LAVORO “ TARANTO FUTURA”

In effetti tanto tuonò che piovve. Ripetiamo che l’avevamo messo in conto. La lettera spedita ad alcune testate giornalistiche da parte di alcuni operai dell’Ilva ci chiama in causa e a questa vogliamo rispondere perché se non lo facessimo potremmo far nascere dubbi sulle intenzioni che questo comitato referendario si è prefisso. Vogliamo rassicurare innanzitutto che le stesse preoccupazioni espresse dagli estensori della lettera sono condivise da tutti i componenti di Taranto Futura che analizzando le conseguenze che una chiusura della grande industria avrebbe causato, non ebbero dubbi sulla scelta di soluzioni alternative da proporre. Comprendiamo le loro ansie e i timori per l’eventuale perdita dell’agognato posto di lavoro, tanto, mal consigliati, da lasciarsi andare ad affermazioni delle quali potrebbero essere chiamati a risponderne dinnanzi ad un tribunale. Proprio ai firmatari della lettera ci rivolgiamo per far capire loro che un mezzo referendario è “ancora” l’ espressione democratica non violenta per trovare soluzione al problema qual é la salute, che interessa una intera comunità, mentre la minaccia di “”occupare tutta la città, non solo il ponte””, non sarebbe compresa proprio dagli stessi tarantini. Se poi diamo l’informazione giusta e “onesta” di come riteniamo che la soluzione dello smantellamento sia, troverebbe, negli stessi occupati attualmente, la possibilità di essere ancora impiegati per almeno altri trent’anni necessari anche per la bonifica del territorio inquinato. Siamo persuasi che chi oggi comprensibilmente teme anche per le proprie famiglie, sarebbe meno preoccupato. Dovrebbero preoccuparsi in verità, della propria salute, come per tanti anni loro colleghi ignari non hanno fatto, riportandone a distanza di tempo, come testimonianza, gravi danni e conseguenze, e numerosi morti premature. Paradossalmente il nostro intervento è diretto alla salvaguardia della loro incolumità come lavoratori di questa industria e non contro di loro, e questo dovrebbero convenirne. Dati sconfortanti vengono riportati da studi e segnalazioni che riconoscono Taranto la città che detiene il non invidiabile primato nella sua atmosfera di diossina ed è recente la scoperta, quasi ce ne fosse bisogno, della presenza del mercurio passato dai 118 kg nel 2002 al 665 Kg. del 2005. Gli ultimi dati attuali, non ancora accertati, sarebbero, è opinabile, superiori. Quelli accertati rappresentano il 62% di tutto il mercurio stimato a livello nazionale. Quando poi nella lettera si afferma che s’è preso atto che l’Assindustria e la Cgil sono contrarie al referendum non si fa cenno agli interessi dei quali questi enti sono portatori e possiamo anche comprenderli ma non condividerli. Rappresentano solo una faccia della medaglia alla quale noi invece vogliamo riferirci, quella del diritto alla salute, cosa peraltro che una amministrazione cittadina con atti concreti, come recenti ordinanze di sentenze del Tar impongono, dovrebbe garantire. Sarebbe una coraggiosa presa di posizione, che chiarirebbe le idee ai più , ma alterando il Manzoni, questa memoria ci suggerisce che il coraggio o lo si ha o non lo si trova al supermercato.

Per il Comitato

Claudio Monteduro
Taranto 7/nov/2009

Annunci

Informazioni su letaizia

Sono una persona concreta e decisa. Mi piace la scienze. Ho iniziato per piacere personale a creare oggetti fatti a mano e ora è una delle mie passioni e chissà che non posso diventare qualcosa di più. Sono creativa e desiderosa di fare, molto sensibile e generosa(a volte troppo) Faccio tutto con entusiasmo. Adoro viaggiare e il mare. Mi piace la musica, un po' tutta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...