Quando non è più il caso di fidarsi di chi dovrebbe tutelarci?

Nota di Vincenzo Fornaro, uno dei proprietari della masseria che nel 2008 ha visto l’abbattimento di 1300 pecore contaminate dalla diossina. Ad oggi non hanno ancora ottenuto giustizia nè possono riprendere il loro lavoro di sempre, privati del loro diritto al lavoro e della loro dignità…

Quello che ho vissuto stasera potrebbe essere benissimo il titolo di un film…dopo una giornata di lavoro abbastanza pesante,torno a casa e dopo una doccia ristoratrice,mi siedo sul divano e comincio a sfogliare il Quotidiano di Taranto nella speranza di rilassarmi un pò ma subito un titolo a caratteri cubitali colpisce la mia attenzione immediatamente:”L’ARPA nell’Illustre persona del Dottor Assennato chiarisce che per le diossine nel fegato degli ovini non c’entrano le CRITICITà LOCALI”…Ma come,mi chiedo stupito,il Procuratore con tutte le varie perizie non riesce ancora ad individuare e stabilire le responsabilità dell’inquinamento e il Dottor Assennato ha già risolto il caso!!!!!Mi dico è proprio un “genio” il Dottore…mi addentro allora nella lettura dell’articolo in modo più approfondito per capire come abbia fatto il “professore” a giungere a questa conclusione….mi districo tra una montagna di dati e note a me “povero profano” abbastanza incomprensibili quando una frase mi colpisce molto:”verosimilmente la sorgente di diossina è di tipo diffuso,legata non a sorgenti attuali ma all’inquinamento storico,incluso il pesante inquinamento di FINE OTTOCENTO”….Incredibile!!!!!! Io che avevo sempre sostenuto che le grandi industrie erano venute a d inquinare i terreni della nostra Masseria,che è stata costruita proprio alla fine dell’ottocento,vengo miseramente smentito dal “Professore” il quale afferma verosimilmente che proprio mentre i miei bisnonni costruivano alla fine dell’ottocento la “Masseria” c’ era già qualcuno che avvellenava i terreni,l’aria,l’acqua…..e che grazie a questi avvellenatori a distanza di un secolo le nostre povere capre e pecore si sarebbero contaminate e sarebbero state poi condannate a morte per aver avuto la colpa di pascolare su quei terreni,respirare e bere….Incredibile quest’uomo è un genio,alla magistratura non sono bastati 2 anni e mezzo di indagini ma Lui ha già brillantemente risolto il caso….questa è solo la metà dell’articolo non ho finito di leggerlo perchè la nausea ha preso il sopravvento e non sono riuscito ad andare avanti ma una domanda vorrei porla all’Esimio Professore Assennato:”NOI ALLEVATORI SECONDO LEI DA CHI DOBBIAMO ESSERE RISARCITI VISTO CHE L’INQUINAMENTO RISALE ALLA FINE DELL’OTTOCENTO…”?????????????????

Ipotizzando abbia senso chiedere limiti di emissioni più basse da poi far controllare, che succede se il controllore è il primo di cui non fidarsi? 
L’unica soluzione è bonificare(per poter ricominciare a pascolare, per esempio) e al tempo stesso riconvertire(per dare lavoro a chi ora è impiegato nelle industrie). Finchè ci saranno quei mostri tutti potranno dire tutto e il contrario di tutto. Il problema va risolto a monte, e subito! Se non ci si può fidare neppure degli organi di garanzia che senso ha fare richieste di controllo?
Queste affermazioni sono scandalose tanto quanto quelle del sindaco quando parla di inquinamento delle auto e dei cellulari davanti a dati allarmanti sull’incidenza dei tumori nei bambini(più che doppia che altrove). LA FONTE E’ SOLO UNA!!! E va mandata via da qui! Pretendiamo un progetto di riconversione, basta con i dati!
Esprimiamo massima solidarietà alla famiglia Fornaro e a tutti gli allevatori che si sentono sempre più privati dei loro diritti. Si continua a girare attorno al problema e nessuno ha il coraggio di dire come stanno realmente le cose. Grazie Vincenzo per il tuo coraggio!!!

Annunci

Informazioni su letaizia

Sono una persona concreta e decisa. Mi piace la scienze. Ho iniziato per piacere personale a creare oggetti fatti a mano e ora è una delle mie passioni e chissà che non posso diventare qualcosa di più. Sono creativa e desiderosa di fare, molto sensibile e generosa(a volte troppo) Faccio tutto con entusiasmo. Adoro viaggiare e il mare. Mi piace la musica, un po' tutta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...