Altro che lupini ci vorrebbero qui…Ora ci sono anche le molecole “vampire”

Giusto per farvi capire in che mani siamo…Il sindaco ha emesso un’ordinanza. Eccone il testo, integrale(lo specifico perchè è parziale e incompleta, ma è quella completa, purtroppo)
7 giugno 2010 – Ufficio Stampa Comune di Taranto
Si informa che il Sindaco Stefàno, a seguito dei risultati d’indagine effettuati dall’ARPA Puglia e trasmessi al Comune il 4 giugno u.s., recanti i dati delle misurazioni di benzo[a]pirene proveniente dall’area industriale, ha emanato una ordinanza sindacale, nei confronti dell’ILVA, affinché:
1. Predisponga nel termine di 30 gg. un piano di ottimizzazione degli impianti, secondo le migliori tecniche disponibili (BAT), finalizzato alla limitazione/minimizzazione delle ricadute in ambito urbano;
2. avvii con immediatezza un efficace controllo, attraverso il sistema di monitoraggio a videocamera, delle emissioni diffuse e quelle convogliate;
3. provveda all’istallazione di un sistema di monitoraggio ad alta risoluzione temporale lungo tutto il perimetro dello stabilimento (Fence monitoring);
4. provveda con immediatezza all’istallazione di un impianto di monitoraggio in continuo di IPA e BTEX e campionamento polveri sulle macchine caricatrici e sfornatrici, il quale consenta un prelievo mediato lungo l’intero sviluppo delle batterie.
Fermo restando che è un copia+incolla delle richieste di alcuni ambientalisti moderati c’è da aggiungere che non si capisce che accade se entro 30 giorni l’Ilva non ottempera…L’Arpa ha diffuso un rapporto(che trovate  qui) in merito al benzo(a)pirene che non lascia dubbi sulla fonte. E questa è la risposta del sindaco! La massima autorità sanitaria locale dice che non può che c’è da vedere, da verificare, da valutare. A noi, e a quanto pare anche all’Arpa, non servono altre prove!

Sotto un articolo apparso su un giornale locale scritto a seguito di un’intervista, dai contenuti alquanto discutibili, rilasciata dal sindaco che ci ha lasciati tutti perplessi(il video purtroppo è solo su facebook)
La battuta sulla molecola “vampira” il giornalista l’ha rubata a me su facebook 😀 Mi ha avvisata eh! 😉

Stefàno tranquillizza i tarantini sul benzo(a)pirene: “Il sole in questo periodo è nostro alleato”

Secondo il Primo Cittadino il benzo(a)pirene sarebbe una molecola “vampira” che aggredisce solo di notte

Sole, sole e tanto sole per i cittadini di Taranto. Questa è la cura prescritta dal dottor Ippazio Stefàno, nonché Sindaco di Taranto, alla città più inquinata d’Europa. Che il sole facesse bene anche alla salute lo si sapeva dai tempi dei nostri nonni ma che avesse anche dei super poteri, onestamente, non lo sapevamo. Il sole sta al benzo(a)pirene come la criptonite sta a Superman. Questa potrebbe essere la giusta “equazione” per spiegare, con un esempio molto semplice, il concetto che ieri Stefàno ha espresso davanti alle telecamere di Studio100. Alla domanda della giornalista Rosalba De Giorgi : “Perché ha deciso di firmare questa ordinanza contro l’Ilva”, Stefàno risponde. “Perché ora c’è un documento preciso dell’Arpa che indica le conseguenze per lo sforamento del benzo(a)pirene.
Fin qui tutto sembra essere tecnicamente perfetto. Il Sindaco risponde in maniera congrua alla domanda. Ma poi si lascia scappare una rassicurazione. Il Sindaco continua : “ Vorrei tranquillizzare i cittadini per due motivi. Il primo, perché le istituzioni insieme lavorano per tutelare la salute”. Sei si fosse fermato qua, allora tutti saremmo stati più tranquilli ( sì sì sì) ed orgogliosi di vedere un Sindaco che finalmente ha deciso di tutelare il diritto alla saluta dei suoi cittadini. Ma Stefàno va oltre e si rovina con le sue stesse mani: “Seconda cosa, la natura in questi periodi estivi ci difende, perché la molecola del benzo(a)pirene viene dalla luce solare rotta e quindi, come dimostrato dai grafici, non raggiunge i livelli tossici.” Poi ancora : “Approfittando di questa pausa estiva abbiamo chiesto all’Ilva di rispettare ed attuare tutto quello che la legge dici di fare per garantire il diritto alla vita ed alla salute”. Ma chi passa queste informazioni a Stefàno facendogli fare questa magra figura davanti tutta la cittadinanza? Proprio lui che qualche settimana fa riferendosi a qualche giornalista ( forse abbiamo capito a ci si riferiva) diceva di “attenersi strettamente ai dati scientifici e non farci trasportare dalle scie emozionali”. Questa volta il Primo Cittadino si è fatto prendere dall’euforia del momento e l’ha sparata grossa. Sul sito del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territori e del Mare parlando della famiglia degli IPA (idrocarburi policiclici aromatici), a cui il benzo(a)pirene fa parte, si legge : “In presenza di luce solare gli IPA possono produrre composti a volte più tossici di quelli originali come succede per i nitro-IPA, formatasi dalla reazione con acido nitrico oppure per gli IPA ossidati derivanti dalla reazione con l’ozono”.
E menomale che la natura ci “difende”. Praticamente l’esatto contrario di quello che il Ministero dell’Ambiente dice! Il contrario! E poi, visto che il periodo estivo ci “tutela” che fretta c’era di emanare questa ordinanza e di farla rispettare entro 30 giorni? L’estate in Puglia dura almeno 90 giorni, forse è il caso di dare più tempo allo stabilimento per presentare un piano che elenchi le migliori tecniche disponibili…. Insomma ascoltando Stefàno ci sembra di rivedere un “film” girato qualche mese fa dove si vedevano tra i protagonisti un altro giornalista, Luigi Abbate di BluStar, ed il padron dell’acciaio, Emilio Riva. Abbate chiedeva se le morti di tumori a Taranto fossero invenzioni dei media locali e Riva rispondeva : “Ve le siete inventate”.
Qui c’è qualcuno che nega l’evidenza e omette informazioni importanti. Questo modo di agire non può essere fatto passare, soprattutto, quando questo qualcuno è il Sindaco di Taranto che, per tranquillizzare una città satura di chiacchiere, dice che il benzo(a)pirene non è tossico durante il periodo estivo. Falso. Niente di più falso! Così non si tranquillizza proprio nessuno. Anzi, aspettiamo con molta ansia di leggere l’ordinanza per intero con la quale si ordina all’Ilva di limitare le emissioni.
Antonello Corigliano (Puglia Press)

Annunci

Informazioni su letaizia

Sono una persona concreta e decisa. Mi piace la scienze. Ho iniziato per piacere personale a creare oggetti fatti a mano e ora è una delle mie passioni e chissà che non posso diventare qualcosa di più. Sono creativa e desiderosa di fare, molto sensibile e generosa(a volte troppo) Faccio tutto con entusiasmo. Adoro viaggiare e il mare. Mi piace la musica, un po' tutta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...