C.S.: dignità all’Arlotta, dignità al territorio jonico

 

imagesVENDOLA INSISTE NEL CONSIDERARE GROTTAGLIE COME ESCLUSIVA PIASTRA LOGISTICA DELLE AEROSPAZIALI ATTIVITA’ CARGO, SENZA NEMMENO IPOTIZZARE LA POSSIBILITA’ DI UNA QUALIFICAZIONE D’ECCELLENZA DELL’AEROPORTO “ARLOTTA” COME SCALO TURISTICO.

Vendola si ripete senza vergogna in promesse e prospettive già spese in abbondanza sul territorio jonico, dimentico non a caso, dei finanziamenti persi o dirottati altrove, delle compagnie di volo deluse, delle narrate opportunità da cogliere mai concretizzate per incapacità o mancata volontà politica.
Basterebbe cercare fra gli articoli della stampa locale, scorrere video archiviati risalenti all’ultimo decennio, per trovare testimonianze e denunce dell’abbandono reiterato da parte della Regione Puglia nei confronti dell’aeroporto di Grottaglie-Taranto-Monteiasi.
Secondo il Presidente della Regione Puglia: “radicare sviluppo industriale in un settore che è in incredibile evoluzione e che ha prospettive straordinarie di sviluppo anche occupazionale, è una prospettiva concreta per il territorio tarantino”.
Ma se è veritiera l’intenzione, almeno per la localizzazione di una piastra logistica “cargo”, come mai il governatore e i suoi fidati collaboratori ancora non si adoperano per il rifinanziamento immediato del distripark di Taranto, così come invece è accaduto per la realizzazione del progetto di raddoppio dell’interporto di Bari o per la riconversione di una vasta area del sedime militare di Bari-Palese, in aeroporto civile per le merci?
Val la pena rammentare al Governatore di Puglia, che l’aeroporto di Grottaglie è ormai compreso tra i 26 aeroporti di interesse nazionale, per cui dovrà essere oggetto di interventi di ammodernamento e infrastrutturazione a carico dello Stato, senza doverci ritenere “appagati” (noi di terra jonica) dai finanziamenti in avanzo degli investimenti aeroportuali baresi che, ormai inutilizzati, andrebbero certamente persi.
Nelle nostre prospettive, lo scalo aeroportuale “Arlotta” è ampiamente titolato per usufruire dei finanziamenti necessari affinché si possa puntare ad una migliore mobilità dei cittadini europei, in un’ottica di rilancio dello sviluppo territoriale sia turistico che industriale, senza attendere che la Regione Puglia, arbitrariamente, assegni titoli e vocazioni agli aeroporti pertinenti.
Macroscopica è poi l’evidente contraddizione tra gli interventi discriminatori programmati dalla Regione Puglia e gli obiettivi di sviluppo previsti dallo stesso Presidente Vendola, nonché dalla strategia “Europa 2020” che, nel suo Libro bianco «Tabella di marcia verso uno spazio unico europeo dei trasporti», sottolinea come, tra le altre cose, “una concorrenza libera e non falsata costituisce parte essenziale dello sforzo diretto ad allineare le scelte di mercato alle esigenze di sostenibilità”.
Caro Governatore, proprio lei da convinto europeista, dovrebbe sapere che i recinti sono le barriere dell’orizzonte.

I MeetUp  di:  Taranto, Castellaneta, Crispiano, Ginosa, Grottaglie, Leporano, Manduria, Martina Franca, Massafra, Mottola, Palagiano, Pulsano, San Giorgio Jonico, S.Marzano di San Giuseppe 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...