C.S: Bando regionale per la rimozione dei rifiuti in amianto: il Comune partecipa?

Istanza Bando AmiantoIl Meet Up 192 “Amici di Beppe Grillo – Taranto”, preso atto del bando regionale rivolto ai comuni per la rimozione di rifiuti in amianto in aree pubbliche e per la rimozione e lo smaltimento di manufatti in aree private, ha inviato, nei giorni scorsi, un’istanza tramite PEC al Sindaco e all’Assessore all’Ambiente del Comune di Taranto ove si chiedeva di partecipare al suddetto bando con richiesta di pubblicarne sul sito istituzionale rispettivamente la domanda di accesso al contributo, l’esito della graduatoria, le quantità dei rifiuti contenenti amianto eventualmente censite, rimosse e smaltite.
Si richiedeva inoltre una nota ufficiale dell’Amministrazione Comunale qualora si fosse deciso di non partecipare motivandone le ragioni.
Ad oggi, ma non è una novità, non ci è pervenuta dal Comune alcuna informazione in merito e quindi, consci che l’Amministrazione, così come prevede lo Statuto Comunale, ha 60 giorni di tempo per rispondere alle istanze dei cittadini, preferiamo dare un pò di numeri ad uso della cittadinanza.

Istanza Bando Amianto2 2,5 miliardi di mq di coperture pari a 32 milioni di tonnellate di cemento amianto presenti nel territorio nazionale.
• 1706 tetti con superfici superiori a 500mq e 2751 tetti superiori a 200 mq individuati in Puglia.
• 3.500.000 di tonnellate presenti in Puglia equivalenti a 1.750.000 mc.
• 92.000 mc di amianto stimato nella provincia di Taranto.
• 15.845 casi di mesotelioma maligno in Italia dal 1998 al 2008 di cui 3.347 in Puglia dal 2001 al 2010.
• Oltre il 50% dei ricoveri dovuti ad esposizione all’amianto nell’Asl di Taranto riguarda gli abitanti del capoluogo.
• Percentuale di casi doppia rispetto alle medie nazionali dell’ASL di Taranto.

I dati soprariportati danno un’idea di quanto sia grave ed attuale la problematica “Amianto” in Italia e in particolare a Taranto dove evidentemente si muore di amianto così come delle altre sostanze inquinanti che vengono abbondantemente rilasciate dall’intero polo industriale sotto gli occhi distratti e velati di chi dovrebbe garantire la salute dei cittadini, la tutela dell’ambiente, la salvaguardia del territorio.
Il Meet Up 192 “Amici di Beppe Grillo – Taranto” chiede con questa istanza un’assunzione di responsabilità dell’Amministrazione verso la città nonché una testimonianza di aiuto concreto che possa contribuire a far partire, nel suo piccolo, quel processo di trasparenza, partecipazione, legalità, che potranno salvare Taranto da quel declino inesorabile a cui pare sia stata condannata all’insaputa dei tarantini.
Il Meet Up 192 “Amici di Beppe Grillo – Taranto” continuerà la sua opera d’informazione, protesta e divulgazione, come fa da anni, ignorando chi preferisce lo scoop alla quotidianità, l’apparire al lavorare, la demonizzazione al confronto, la falsità all’onestà intellettuale. Uniti si Vince!

Il Meet Up 192 “Amici di Beppe Grillo – Taranto”

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...