Giornata di ascolto delle associazioni culturali tarantine

imagesIl Meet Up 192 – Amici di Beppe Grillo di Taranto ha organizzato Venerdì 11 Luglio,una giornata di ascolto delle associazioni culturali tarantine, vera risorsa finora inascoltata del territorio. Con l’occasione il Meet Up 192 ringrazia il ristorante “il Gambero” per l’ospitalità nella splendida location, l’emittente televisiva JoTV che ha garantito la diretta e tutti gli attivisti che si sono adoperati per il successo dell’evento.

Nell’incontro si è parlato di quanto la politica, in tutti questi anni, abbia “sapientemente” tarpato le ali ad uno sviluppo socio-economico legato alle nostre risorse naturali, storiche e culturali, lasciando il territorio soggiogato da una monocultura industriale di stato.
Tale ostruzionismo ha causato la mancanza di adeguate infrastrutture per i trasporti, sia su strada che per mare o aria, cementificando il territorio in maniera sconsiderata e vanificando una chiara visione del futuro.
Lo sviluppo tarantino non è stato mai voluto da nessuno dei nostri amministratori, che si sono “lasciati sfuggire” fondi ed investimenti importantissimi ed ingenti, lasciandoli alle solite città:  Bari e Brindisi.
Durissime sono state le parole delle associazioni, che hanno lamentato una assoluta mancanza di volontà di avviare seriamente la riconversione turistica, commerciale e culturale della città di Taranto e di tutta la provincia.
Dopo aver analizzato ed esposto le modalità, proposte e opportunità con cui migliorare la nostra città all’insegna di concetti quali smart city e foresta urbana al posto del cemento e della necessità di appropriarsi del porto e dell’aeroporto per favorire scambi commerciali e turistici, si è dato ascolto ad un progetto di riconversione dell’immagine di Taranto in chiave turistica e culturale, dal nome “Indietro nel futuro”, che  illustra la creazione di una città capace di valorizzare la sua origine  millenaria, da molti concittadini dimenticata e trascurata, ma esaltata e riconosciuta in tutto il mondo, con possibilità di ritorni economici e occupazionali davvero invidiabili.
Le basi della riconversione partono da un assunto storico che nessuno può mettere in discussione: Taranto è, al di fuori della Grecia, l’unica città al mondo fondata dagli Spartani. Questi intorno al 706 a.C. stabilendosi su questo territorio donarono la cultura ed i fasti a quella che poi diventerà la “Capitale” della Magna Grecia.
Grazie a suggestive immagini si è mostrata la differenza tra la Taranto attuale – una città trascurata, inquinata e senza prospettive economiche – e quella che potrebbe diventare se riuscissimo a sfruttare quello che già all’estero riesce benissimo e con brillanti ricadute economiche : il turismo.
I numeri impietosi illustrati dalle associazioni hanno mostrato come Taranto e la sua provincia non sia minimamente sfiorate da flussi turistici, in netto contrasto con altre realtà territoriali laddove la storia viene valorizzata e l’orgoglio per le proprie radici diventa un fattore di coesione sociale, oltre che un meccanismo virtuoso di rinascita economica.
downloadPuntare sulla nostra storia e sulle tradizioni culturali implica la valorizzazione delle risorse che abbiamo (come gli ipogei, i resti archeologici ed il Museo), ma soprattutto significa cominciare a costruire, davvero con poco, i simboli che facciano conoscere al mondo la millenaria cultura greca che ci ha fondato, e ad attrarre turisti da ogni parte del globo.Simboli che diventino un vero BRAND per identificare inequivocabilmente Taranto e la sua spartanità.
I suddetti simboli, richiamanti le nostre antiche origini andrebbero supportati dall’organizzazione di eventi sportivi e culturali che  facciano da poli di attrazione di investimenti, diventando volano della riconversione economica.
Il turismo (storico, culturale, enogastronomico ed ambientale) è la “chiave di volta” della rinascita tarantina!
Il modello industriale, lo abbiamo affermato più volte, ha fallito il suo obbiettivo, generando disoccupazione, inquinamento e malattie : da tanto tempo i cittadini riuniti in associazioni cercano di farsi ascoltare da una politica sorda al benessere della cittadinanza, che ha preferito la via semplice della complicità con gli industriali anziché pensare al bene del popolo.
Taranto va ricostruita, anche socialmente: la popolazione è arrabbiata, delusa, ammalata e senza prospettive per il futuro, e deve essere chiaro a tutti che la colpa di tutto questo non è solo della “crisi” o  del “ce lo chiede l’Europa”.
In quello stesso giorno, in occasione della visita del vice-ministro alle infrastrutture e trasporti Riccardo Nencini, si è ribadito che sono previsti oltre 900 milioni di euro per il porto industriale e la ferrovia, lasciando intendere, con le sue risposte elusive, che nemmeno un centesimo sarà concesso per la riconversione culturale della nostra città. Ovviamente desideriamo che il ministro ci smentisca rendendo pubblica la conversazione avuta con il primo cittadino di Taranto, dott. Ippazio Stefano, e con il presidente dell’autorità portuale Sergio Prete, anche se sappiamo tutti bene che certi desideri non si realizzeranno mai.
Traspare sempre più una volontà politica connivente e collusa con interessi molto lontani da quelli cittadini che ha sempre manovrato nell’ombra per evitare che Taranto mostri le sue reali potenzialità.
I politici tarantini sono colpevoli, preferendo, alla cura e al benessere della città e della sua popolazione, il “premio” della poltrona in Provincia,  in Regione o al Parlamento pur di sottostare a questo patto criminale ammazza-Taranto.
Noi non ci stiamo. Noi crediamo in una Taranto diversa, che possa recuperare le proprie origini e tramite esse trovare la forza per rialzarsi.
Noi non accetteremo mai questa visione, il Meet Up 192 “Amici di Beppe Grillo Taranto” e i Meet Up della provincia non lasceranno che il disegno ammazza-Taranto si compia fino in fondo!
E voi?

Taranto 13.07.2014

Il  Meet Up 192 “Amici di Beppe Grillo Taranto”

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...