Treni ferrovie Sud Est: TAGLIATE CORSE DA E PER TARANTO

AMICI DI BEPPE GRILLO TARANTO: MANCANZA DI SICUREZZA SULLA RETE,
PD RESPONSABILE DEI DISAGI

ferrovie-sud-estTaranto paga l’arretratezza e la mancanza di sicurezza sulle tratte ferroviarie regionali pugliesi, con il taglio di due corse mattutine che collegano il capoluogo ionico alla valle D’Itria.

Con la nota del 26 settembre 2016, l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria ha stabilito che le tratte regionali sprovviste di adeguati strumenti di sicurezza debbano ridurre la velocità a 50 km/h. La rete regionale delle Ferrovie Sud Est, che tra l’altro collega Taranto a Martina Franca, è una rete ferroviaria sprovvista in buona parte del sistema di protezione della marcia, capace di attivare l’intervento automatico della frenatura in caso di mancato rispetto dei vincoli di sicurezza.
Di conseguenza, le disposizioni adottate da FSE per ridurre i ritardi nelle corse dei treni si sono tradotte, da inizio Ottobre, con la soppressione di due corse dell’AT 113 delle 6,51 da Martina Franca a Taranto e dell’AT 116 delle 7,43 che da Taranto, via Martina Franca, giunge fino a Bari.
Il treno partirà direttamente da Martina Franca.

Il Meet Up “Amici di Beppe Grillo Taranto” ha individuato i responsabili di questi disagi. Il mancato servizio è da attribuire unicamente al Partito Democratico che, da oltre un decennio,  governa su questo territorio e che da tre anni e mezzo è a capo persino del Ministero dei Trasporti. Il trasporto ferroviario regionale è il vero mezzo su cui rilanciare il territorio tarantino collegando in maniera efficace, veloce, economica, sicura e sostenibile Taranto con parte dei comuni “gioiello” pugliesi, quelli che già attirano turisti.
Tuttavia il Partito Democratico ha sempre snobbato questo argomento, anzi ha continuato a  promuovere l’inquinante e poco sicuro trasporto privato su gomma che, ogni anno, genera molte vittime di incidenti sulla strada.

E’ una vergogna che nel 2016 una tratta ferroviaria importante che collega il capoluogo jonico alla “regina della Valle D’Itria” subisca dei tagli alle corse perché la rete di FSE è sprovvista di sistema di protezione della marcia. Vogliamo parlare oggi di sicurezza ferroviaria, perché farlo dopo i tragici eventi di un disastro ferroviario, per poi dimenticare l’argomento, è un tipico atteggiamento politico ridicolo. Le corse ferroviarie di FSE che sono state tagliate per Taranto, visto il silenzio generale, rappresentano l’ennesima offesa ad un territorio che non riesce ad investire e a pianificare sulle giuste infrastrutture e servizi utili per pendolari, studenti e turisti e che vede tra i maggiori responsabili i membri del Partito Democratico autori dell’arretratezza delle nostre reti ferroviarie regionali.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...