Conferenza stampa per le comunarie del M5S

Conferenza stampa del MeetUp Amici di Beppe Grillo Taranto per la presentazione della lista candidata alla certificazione del M5S, per spiegare il lavoro che ha portato alla realizzazione di un programma di governo per Taranto, alla definizione della lista e del candidato Sindaco, in occasione del voto online delle comunarie per la scelta della lista che parlerà a nome del MoVimento 5 Stelle di Taranto, da parte degli iscritti al portale del Movimento.

Relatori: Federico Catucci (organizer e fondatore del MeetUp Amici di Beppe Grillo Taranto ), Francesco Nevoli (attivista del suddetto Meetup e candidato sindaco per la lista M5S Taranto)

 

Sanità e piano di riordino: Mario Conca M5S a Taranto

L’evento organizzato dal Meet Up “Amici di Beppe Grillo Taranto” con la partecipazione del portavoce regionale M5S Mario Conca, componente della “Commissione III 
(Sanità – Servizi sociali)”, approfondirà il tema della Sanità in Puglia.

Si farà dunque una panoramica sul sistema sanitario pugliese, frutto anche delle scelte del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. Si parlerà di piano di riordino ospedaliero e delle ripercussioni sulle strutture, gli strumenti e il personale medico a Taranto.

Dialogherà con il portavoce Conca l’attivista Francesco Nevoli.
Vi aspettiamo!

Da sempre vicini al MoVimento 5 Stelle!

Gli attivisti del Meet Up “Amici di Beppe Grillo Taranto”, in sintonia con quanto espresso da Beppe Grillo, respingono e stigmatizzano tutti gli attacchi provenienti da coloro che “hanno ripetutamente e continuativamente danneggiato l’immagine del MoVimento 5 Stelle, dileggiando, attaccando e denigrando i portavoce e altri iscritti” al M5S.

Tutto ciò al fine di tutelare l’immagine e preservare i valori e i principi del MoVimento 5 Stelle.

Gli attivisti del Meet Up Amici di Beppe Grillo Taranto 

Solidarietà a Floriana de Gennaro

Il Meet Up “Amici di Beppe Grillo Taranto” esprime solidarietà a Floriana de Gennaro per il grave atto criminoso subito questa notte, con l’incendio dell’ombrellone esterno del noto bar di sua proprietà in pieno centro a Taranto.fuoco
Condanniamo questo vile gesto e auspichiamo che le indagini facciano luce sulla natura del gesto e che le forze dell’ordine possano presto risalire agli esecutori.
#TarantoLibera

#RENZI A #TARANTO IN GRAN SEGRETO INCONTRA I SINDACATI #ILVA, A CHE TITOLO?

 In gran segreto, nell’ombra, così si muove oggi l’ex premier e segretario dimissionario del Partito Democratico Matteo Renzi. Questa mattina Renzi ha infatti annunciato con un tweet di trovarsi a Taranto, dove ha incontrato le segreterie territoriali di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil e le Rsu aziendali dell’Ilva. Con loro c’era anche il viceministro allo Sviluppo economico Teresa Bellanova.

 A che titolo, si domanda e chiede il Meet Up “Amici di Beppe Grillo Taranto”, Matteo Renzi ha partecipato a questo incontro? Si tratta forse di altre promesse, altra propaganda elettorale sulle spalle di cittadini e operai? E perché questo silenzio nei confronti dei tarantini dopo la passerella di fine Luglio 2016 e le promesse sui soldi dei Riva che dalla Svizzera dovevano arrivare a Taranto? Ma soprattutto: ha sentito i lavoratori, li ha incontrati? Renzi non ha mai minimamente pensato di incontrare la società civile, come se Taranto e i tarantini non esistessero e non fossero degni di attenzione. Non ha mai incontro i medici e i malati. Non un incontro con rappresentanti di altri settori dell’economia tarantina. Il futuro di Taranto non si decide all’interno dell’Ilva ma in città.

 La guerra con Emiliano per la segreteria del Pd non può coinvolgere Taranto, per questa ragione il Meet Up Amici di Beppe Grillo Taranto non accetta queste scorciatoie al buio per aprire tavoli sul futuro di un territorio che sta pagando un prezzo altissimo a causa dell’inquinamento ambientale, politico e sindacale che lo ha condannato.

 Il Meet Up Amici di Beppe Grillo Taranto è dalla parte dei lavoratori e dei cittadini tutti, stanchi di subire senza poter essere protagonisti del proprio destino.

#amiciBeppeGrilloTA

[immagine presa dal web]

RIFIUTI, IL REGALO DI STEFÀNO A TARANTO: ALIQUOTA ECOTASSA A 25,82 EURO, IL MASSIMO!

 

Con la determina della Regione Puglia n.393 del 7 dicembre 2016 si è proceduto alla validazione delle percentuali di raccolta differenziata dei Comuni per la determinazione del tributo speciale per il conferimento in discarica dei rifiuti, e alla contestuale assegnazione a ciascun Comune della provincia di Taranto dell’aliquota per il 2017.ecotassa
Per il Meet Up “Amici di Beppe Grillo Taranto” è questo il regalo di Natale del sindaco Stefàno ai cittadini di Taranto: il massimo dell’aliquota sull‘ecotassa per i rifiuti, ovvero 25,82 euro per tonnellata smaltita in discarica. L’aliquota 2017 sul tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi urbani (RSU) sale così dai 7,50 euro del periodo 2013-2016 ai 25,82 euro per il 2017, un aggravio enorme per i già tartassati abitanti di Taranto. Negli anni passati, a causa di alcune furbate del Comune di Taranto e la complicità di un consiglio regionale assoggettato alla volontà delle lobby dei rifiuti, il disastro sui rifiuti di Taranto era sì accertato ma non sanzionato adeguatamente.
La Giunta Stefàno ha fallito. Neanche un obiettivo previsto per legge è stato raggiunto nonostante 10 anni di amministrazione di centrosinistra. Per il Comune di Taranto non c’è stato alcun adeguamento dei contratti di gestione del servizio di raccolta rifiuti alle più recenti disposizioni; non c’è alcuna elevata qualità della frazione organica raccolta in maniera separata;ecotassa2 manca una elevata qualità di raccolta degli imballaggi, attraverso sistemi di raccolta monomateriale; è completamente assente la possibilità di una elevata qualità del sistema di monitoraggio e controllo della raccolta anche mediante sistemi informativi territoriali. Per non parlare del mancato raggiungimento del 65% di raccolta differenziata che per legge doveva avvenire a dicembre del 2012, mentre oggi Taranto è al 16 per cento. Una vergogna.
A trarre i benefici di questo disastro è la CISA del duo Marcegaglia-Albanese che ogni anno riceve a Massafra decine di migliaia di tonnellate di rifiuti e diversi milioni di euro da Taranto per il trattamento e lo smaltimento. Taranto vive quindi in una costante emergenza ambientale e sociale, siamo in una situazione di illegalità diffusa dovuta al comportamento degli amministratori locali e i tarantini devono sobbarcarsi adesso l’onere di questa inefficienza e inettitudine.
In città non è prevista la raccolta porta a porta, attiva solo in alcuni quartieri come Lama, San Vito e Talsano. Troppo poco. Quando vedremo la nostra amata città risorgere? Solo con un nuovo governo cittadino che punti decisamente a “Rifiuti Zero” e che metta in moto l’economia circolare potrà far risorgere la città, proprio come propone da anni il Meet Up “Amici di Beppe Grillo Taranto”. Per gli attivisti dello storico Meet Up tarantino è ora di dire “basta” alla vecchia gestione comunale, alle discariche, agli inceneritori e a tutte le fonti inquinanti.