Da sempre vicini al MoVimento 5 Stelle!

Gli attivisti del Meet Up “Amici di Beppe Grillo Taranto”, in sintonia con quanto espresso da Beppe Grillo, respingono e stigmatizzano tutti gli attacchi provenienti da coloro che “hanno ripetutamente e continuativamente danneggiato l’immagine del MoVimento 5 Stelle, dileggiando, attaccando e denigrando i portavoce e altri iscritti” al M5S.

Tutto ciò al fine di tutelare l’immagine e preservare i valori e i principi del MoVimento 5 Stelle.

Gli attivisti del Meet Up Amici di Beppe Grillo Taranto 

#IoDicoNo Treno Tour

Il 18 Novembre tappa a Taranto con i portavoce M5S per il No al referendum

I portavoce del MoVimento 5 Stelle salgono a bordo per il Treno Tour #IodicoNo, che li porterà in giro per l’Italia a spiegare le ragioni del No al referendum costituzionale del 4 Dicembre. Venerdì 18 Novembre, il #TreNoTour farà tappa a Taranto– appuntamento in Piazza della Vittoria, ore 20 – con Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista, Rosa D’Amato e tutti gli altri portavoce del #M5S impegnati in questo lungo viaggio in difesa della nostra Costituzione. photo_2016-11-11_14-20-09Oltre 6 mila chilometri su treni regionali e traghetti per tutta la penisola da Nord a Sud, Sicilia e Sardegna incluse, con 48 tappe in altrettante città. Il tour parte oggi – giovedì 10 Novembre – da Aosta e si concluderà venerdì 2 Dicembre a Torino.
I portavoce nazionali, europei, regionali, comunali incontreranno i cittadini e spiegheranno loro l’inganno del quesito truffa della ‘riforma’ Renzi-Verdini-Boschi. Uno stravolgimento di ben 47 articoli della nostra Costituzione che toglierà potere decisionale al popolo con un Senato che non sarà più eletto dai cittadini, immunità per consiglieri regionali e sindaci nominati senatori dai partiti e che dovranno fare il ‘doppio-lavoro’. Il tutto con costi del Senato sostanzialmente immutati (se si fosse approvata la legge taglia-stipendi M5S si genererebbero 87 milioni di euro di risparmi senza toccare la Costituzione, 30 milioni in più della ‘riforma’ Renzi). Regioni ed enti locali vedranno inoltre esautorati i loro poteri in tema di difesa ambientale e del territorio (qui si possono citare esempi di opere dannose per il territorio che potrebbero essere realizzate declinate su base locale) e saranno triplicate le firme per presentare leggi d’iniziativa popolare… Una controriforma a cui dire No.
Taranto sarà la seconda tappa della giornata, la prima è Brindisi (ore 17). Da lì, i portavoce M5S raggiungeranno, sempre in treno, il capoluogo ionico, dove parleranno anche delle vere riforme che servono a questo Paese: lotta alla povertà e reddito di cittadinanza, una rete di trasporti locali efficiente, tutela del territorio, aiuti alle piccole e medie imprese, tutela del lavoro, lotta alla corruzione e le mafie, sicurezza.
Vi aspettiamo a bordo e nelle piazze d’Italia!
#IoDicoNo
#TreNoTour
#referendum

Bilancio del Tour 2016 “Giù le mani dal nostro mare”

conferenza 2_6settVinci: “Accessibilità disabili in spiaggia scandalosa”. Altamura: “Grande partecipazione”

È tempo di bilanci per il Tour 2016 “Giù le mani dal nostro mare”. Anche quest’anno il Meet Up “Amici di Beppe Grillo Taranto” ha portato avanti per tutta l’estate un messaggio sulle spiagge del nostro litorale. Il nostro mare va difeso dalle trivelle e dalle speculazioni economiche, politiche e industriali che condizionano il nostro territorio. “Giù le mani dal nostro mare” è una iniziativa che ha coinvolto migliaia di cittadini, sempre più informati sui problemi che li riguardano e che riguardano direttamente anche i loro diritti. Parliamo ad esempio di accessibilità per i disabili alle nostre spiagge, “una situazione scandalosa, dovuta all’inesistenza di corridoi di accesso” ha denunciato il nostro attivista Francesco Vinci. È stata quindi riscontrata – ha poi aggiunto – una inosservanza dell’ordinanza regionale riguardo ai servizi per i disabili come servizi igienici e ausili alla balneazione. Solo a Lido Azzurro erano presenti corridoi di accesso, coperti però dalla sabbia. Nessuno deve rimanere indietro, lo diciamo da sempre, ma molto va ancora fatto.

Il Tour 2016 è stato l’occasione per ribadire il nostro no al progetto del parco eolico in mare da 30 MW (10 torri eoliche dall’altezza di 100m + 50 m di pala), degli scarichi in mare dei depuratori di Taranto, i cui reflui invece dovrebbero essere recuperati per usi industriali, della proposta di legge del Meet Up “Amici di Beppe Grillo Taranto” per il divieto di trivellazioni nel Golfo di Taranto e per l’istituzione dell’Area Marina Protetta del Mar Piccolo e delle Isole Cheradi.

Collegata al disegno di legge c’è “la petizione in difesa dei nostri mari che ha raccolto 3 mila firme” ha dichiarato la portavoce del M5S e consigliere comunale di San Giorgio Monica Altamura. “Numerosi cittadini si sono uniti ad attivisti e portavoce per le catene umane sulle nostre spiagge, un segno di partecipazione e di interesse che ci soddisfa, soprattutto dopo che nelle prime edizioni c’era una certa diffidenza nei confronti dell’iniziativa”.

“Le prossime iniziative del Meet Up Amici di Beppe Grillo Taranto, oltre i banchetti informativi in tutti i quartieri della città, è l’incontro/dibattito con Ferdinando Imposimato per parlare delle ragioni del No per il referendum costituzionale. L’appuntamento – ha concluso la Altamura – è per venerdì 23 settembre, Palazzo del Governo, ore 18.30”.

Laura “Tagliola” Boldrini e il parlamento esautorato

Ieri la camera ha fatto l’ennesimo regalo alle banche amiche, cedendo le ultime riserve della Banca D’Italia agli speculatori. Parliamo di 7,2 miliardi di €. Ieri scadevano i termini per convertire il decreto che accorpa Imu e Bankitalia e la discussione che si preannunciava troppo lunga in aula rischiava di far decadere il decreto. Laura Boldrini si è assunta la responsabilità di utilizzare incostituzionalmente la cosidetta “tagliola” utilizzata solo nel periodo fascista per impedire all’opposizione di esprimersi.
La sovranità monetaria è ormai un ricordo a discapito dei cittadini e dei loro diritti che per l’ennesima volta vengono svenduti a favore dell’interesse di pochi.
Hanno falsamente dichiarato che i parlamentari del M5S volevano far pagare l’IMU agli Italiani quando siamo stati i primi a impegnarci per abolirla individuando le giuste coperture finanziarie. La richiesta era quella di discutere delle 2 tematiche separatamente. Qui un video in cui Mentana sbugiarda Franceschini proprio su questa questione:

Ormai il Parlamento è privato delle sue funzioni.

I parlamentari del M5S in segno di protesta muovono verso i banchi del Governo per “occuparli” e uno dei parlamentari dell’ormai sciolta Scelta Civica, nonchè questore, tal Dambruoso, alza le mani alla nostra Loredana Lupo dopo che l’aveva già fatto con Claudia Mannino e dichiara di averlo già fatto in passato. Solo in un secondo momento si scusa per un gesto assolutamente inqualificabile.

Esprimiamo la nostra solidarietà a Loredana Lupo. Ci aspettiamo da parte di Laura Boldrini una punizione esemplare nei confronti dell’ “onorevole” che si è macchiato di un simile gesto.

7-8 Settembre 2013: i Meet Up Ionici a difesa della Costituzione

1150786_483925055032264_1442725992_n

   In Italia vogliamo una sana e robusta Costituzione!

 

     COSTITUIAMOCI: GIÙ LE MANI DALLA COSTITUZIONE!

articolo-138

I Meet Up dell’arco ionico, insieme al MoVimento 5 Stelle, organizzano Sabato 7 e Domenica 8 Settembre 2013 nei comuni della provincia di Taranto, banchetti informativi sulla riforma dell’Articolo 138 della Costituzione.
Così come nel resto d’Italia, anche nell’area ionica i cittadini del M5S si oppongono alla riforma del suddetto Articolo,voluta dal governo Letta/Berlusconi con il d.d.l. 813, scendendo in piazza ed informando i cittadini.
La nostra Costituzione è il frutto del compromesso fra le eterogenee forze politiche che avevano combattuto il fascismo e che, pur essendo ideologicamente in conflitto, avevano comunque trovato un accordo sui valori fondamentali. I Costituenti decisero che gli interventi su discipline di rango costituzionale fossero abbondantemente meditati e raccogliessero il consenso del più ampio schieramento di forze politiche. A garanzia e difesa della Carta Costituente fu, perciò, posto l’Articolo 138 che, definendone le modalità dell’iter di riforma costituzionale, ne statuiva la “rigidità”, rendendone complessa la procedura tramite la doppia approvazione con maggioranze assolute da parte di entrambe le Camere, ed eventuale Referendum approvativo se le maggioranze fossero state inferiori ai due terzi dei componenti delle rispettive Camere.
Questo fino ad oggi: infatti il ”partito/pensiero unico dei Letta, Berlusconi e Monti”, sottomesso ai voleri della “finanza internazionale”, vorrebbe indurci a credere che la crisi internazionale non sia frutto di speculazioni finanziarie e bancarie bensì di architetture e sistemi politici considerati inadeguati perché garantiscono ancora i diritti sanciti dalla Costituzione! Quindi, sempre secondo loro, la riforma costituzionale sarebbe la soluzione della crisi economica, cominciando con la conversione della “rigidità” in “flessibilità”.
I portavoce alla Camera dei Deputati del MoVimento 5 Stelle sono stati i primi, ed unici, a denunciare la modifica dell’Articolo 138 già a Luglio, effettuando 3 giorni di C-ostruzionismo alla Camera, ponendo all’attenzione dei media il rischio di modifica Costituzionale, notizia sottaciuta in quei giorni dalle dichiarazioni dei partiti. Il duro lavoro dei 5 Stelle in Parlamento ha permesso però che la discussione fosse rinviata a questo Settembre.
Abbiamo quindi pochissimo tempo per evitare che la Costituzione possa essere modificata, così come disposto dal d.d.l. 813, dalla fantomatica nuova “commissione dei 40” .
Opponiamoci, pertanto, alla modifica dell’Articolo 138 della Costituzione Italiana che riteniamo INFAME, perché tradisce il rapporto di lealtà tra elettori ed eletti dando altresì uno schiaffo insopportabile ai nostri Padri Costituenti e a tutti i cittadini. NOI non porgeremo nessuna guancia.
Gli incontri che si terranno questa fine settimana :
Taranto, Domenica 8 Settembre in Piazza della Vittoria dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 18:00 alle 21:00 insieme al Meet Up Amici di Beppe Grillo Taranto
Castellaneta, Sabato 7 Settembre presso la Passeggiata Valentino alle 19:00 inseme al Meet Up Castellaneta Aperta
Crispiano, Domenica 8 Settembre presso Piazza Madonna della Neve dalle 09:00 alle 13:00 insieme al Meet Up Amici di Beppe Grillo Crispiano
Ginosa, Sabato 7 e Domenica 8 Settembre in Piazza IV Novembre dalle 18:00 alle 22:.00 insieme al Meet Up Amici di Beppe Grillo Ginosa
Grottaglie, Domenica 8 Settembre in Piazza Principe di Piemonte dalle 18:00 alle 21:00 insieme al Meet Up Grottaglie a 5 Stelle
Lizzano, Domenica 8 Settembre in Piazza Matteotti dalle 18:00 alle 22:00 insieme al MoVimento 5 Stelle Lizzano
Manduria, Domenica 8 Settembre in Piazza Garibaldi dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 18:00 alle 21:00 insieme al Meet Up Manduria a 5 Stelle
Martina Franca, Domenica 8 Settembre in Piazza XX Settembre dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 18:00 alle 21:00 insieme al Meet Up Martinesi a 5 Stelle
Maruggio, Domenica 8 Settembre in Piazza del Popolo dalle 17:00 alle 21:00 insieme al Meet Up Maruggio a 5 Stelle
Massafra, Domenica 8 Settembre in Piazza Vittorio Emanuele dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 18:00 alle 21:00 insieme al Meet Up Massafra a 5 Stelle
Statte, Domenica 8 Settembre in Piazza Nuova dalle 10:00 alle 13:00 insieme al Meet Up Statte a 5 Stelle